fbpx

Skip links

Strategia di brand e KPI per l’ecommerce

Il tuo brand dovrebbe essere al centro di tutto ciò che fai in termini di marketing, ma è molto facile dimenticarlo di giorno in giorno. È anche facile dimenticare che il tuo marchio è un’entità in costante crescita e movimento, che dovrebbe riflettere e rispecchiare la natura in continua evoluzione di qualsiasi attività commerciale e dei suoi obiettivi.

Per avere successo nel web marketing bisogna seguire una strategia, si deve quindi pianificare ogni mossa e analizzarne i risultati e gli obiettivi di qualsiasi web marketing plan possono essere riassunti in soli tre punti:

  • aumentare le vendite online;
  • aumentare le visite del sito;
  • aumentare la visibilità del brand.

Un elemento chiave per una strategia di marketing di successo è garantire che l’attività venga valutata in base a KPI corretti. Tutti desiderano una crescita redditizia, ma ogni azienda intraprenderà un proprio percorso per arrivarci. La metrica deve corrispondere alla roadmap scelta dal brand.

I principali KPI per il tuo ecommerce

La corretta selezione delle metriche, la misurazione e l’analisi dei dati servono per poter apportare dei miglioramenti e dei correttivi sensati all’azione futura, per esempio in relazione alla strategia, al piano marketing e al piano commerciale.

  • Ecommerce Conversion Rate = indica la percentuale di visite che risultano da una transazione ecommerce. Esso indica la capacità dell’ecommerce di trasformare i visitatori in acquirenti effettivi.
  • Customer Lifetime Value = l’ammontare stimato del totale acquisti che un cliente farà presso il tuo ecommerce nel rapporto continuativo con il tuo brand
  • ROI = entrate derivanti dalla commercializzazione divise per spese, incluso il costo del venduto (COGS, Cost of Goods Sold). L’indice ROI valutare la profittabilità e la sostenibilità degli investimenti.
  • Returns on AD Spend (ROAS) = entrate generate dai tuoi sforzi di marketing divisi per i tuoi costi di marketing

Il ROAS, nell’ecommerce, è la metrica della redditività più significativa, perché misura la revenue generata per ogni euro speso in pubblicità.

Sebbene sia simile alle metriche standard del ROI di ecommerce, essa fornisce misurazioni specifiche per ogni singolo canale di marketing come, ad esempio, Google AdWords, annunci di Google Shopping, annunci Facebook o Instagram e altro.

  • Se il ROAS è pari a 1, raggiungi il pareggio
  • Se il ROAS è negativo, stai ottenendo risultati negativi dai tuoi sforzi pubblicitari.
  • Se è maggiore di 1, hai una campagna di successo, che puoi ulteriormente ottimizzare con un percorso di Conversion Rate Optimization e User Experience.

Ovviamente, dal punto di vista dell’investimento sull’annuncio, l’obiettivo è di spendere meno per clic. All’opposto, dal punto di vista di una strategia volta a migliorare il Conversion Rate Optimization, l’obiettivo è vendere di più.

Suggerimenti strategici per il tuo ecommerce

Come puoi venire incontro ad entrambe le esigenze che richiedono una limitazione dei costi e un aumento delle conversioni? Abbiamo alcuni suggerimenti strategici per aiutare il tuo brand:

  1. attuare tecniche up-sell e cross-sell per aumentare il valore medio degli ordini;
  2. diminuire l’abbandono del carrello;
  3. convertire i clic degli annunci in clienti paganti grazie ad una fluente User Experience.

    Ti è piaciuto il nostro articolo?
    Dillo ai tuoi amici!
E tu cosa ne pensi?

Siamo qui per conoscere la tua opinione e per chiarire i tuoi dubbi!